.
Annunci online

Lo yogurt e il suo limone
20 luglio 2012
Sospirando nell'aria.
Non avrei mai pensato che sarei stata in grado di fare quello che ho fatto.
...se l'ho fatto però, è perchè ho avuto la sensazione che i suoi sorrisi per me fossero della stessa natura dei miei sorrisi per lui. E' che a volte bisogna reagire d'istinto. A volte quei se e quei ma servono per spingerti a fare quel gesto.
Quello che ho fatto la settimana scorsa, per intenderci.

Dieci minuti prima dell'orario stabilito per il nostro primo appuntamento mi dici che non sei un tipo puntuale e quando arrivi con ritardo, io ti dico che mentre ti aspettavo mi avevano rapita.
Ti vedo ridere.
Appena entro in macchina tu mi chiedi se voglio guidare, se voglio cambiar musica e mi prendi in giro...faccio finta di offendermi e tu ridi.
Parcheggi e andiamo verso il centro. Mi chiedi di raccontarti qualcosa e a me quella situazione non sembrava nemmeno vera. Ci sediamo in piazza, in mezzo a tantissima gente, ma non vediamo nessuno intorno a noi, siamo occhi negli occhi. Tu sorridi. Dimentichi quello che stavi per dire, non trovi le parole e vedo che le tue guance si infiammano....e il mio cuore sussulta. Mi dici che sei un timido.
Le tue mani mentre parli mi sfiorano il ginocchio, poi il braccio, poi la mano...è un continuo contatto e continue vibrazioni. Mi fai ridere. Mi prendi in giro e poi cerchi di scusarti con dei timidi abbracci.
Quando la nostra serata insieme finisce, mi riaccompagni, e quando siamo davanti casa mi chiedi "siamo già arrivati?!" Ci salutiamo con i classici 3 baci che si danno qua...ma proprio sui bordi delle labbra.....
Non faccio in tempo a chiudere la porta che già sento il bip di un messaggio "mi hai fatto venire mal di testa, parli troppo....buona notte, a domani". Seguono poi una serie di messaggi tra cui uno dove mi dici che la serata è stata piacevole, ma che potrebbero esserci uscite interessanti....lascio immaginare la fatica che ho fatto per addormentarmi. L'indomani mattina ti vedo arrivare in ufficio,  mi sorridi, abbassi la testa, si sente imbarazzo, ma tanto lo sappiamo solo noi due.
Ti invito a bere un caffè e rimaniamo da soli davanti alla macchinetta del caffè....ripensiamo alla serata che abbiamo passato insieme e ridiamo. Mi dici che questo fine settimana non ci sarai.Ci salutiamo con i soliti tre baci ai lati della bocca. Ritorniamo tra gli altri, ma esiti ad andare via....e con la scusa di un bicchiere d'acqua ritorniamo davanti alla macchinetta del caffè....e mi baci. Un bacio inaspettato. Alla faccia della tua timidezza.
Il biglietto che ti avevo dato con il mio numero di telefono, quando ancora non sapevo nemmeo il tuo nome, era in macchina e mi hai detto "dove cavolo me l'hai scritto..?!" (ma lo so che volevi farmi vedere che lo conservavi..)
Se non ti avessi dato quel biglietto, mi hai detto che tu non avresti fatto nulla per avere un contatto con me....perchè sei troppo timido.  
Oggi non c'eri......ma il tuo messaggio inaspettato mi ha dato la possibilità di immaginare il sorriso che mi regali ogni mattina da quando sostituisci la tua collega.
....pensare che ti ho visto mille altre volte.....ma 10 giorni fa, ti ho guardato per la prima volta.





permalink | inviato da Yogurtalimone il 20/7/2012 alle 20:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa
11 dicembre 2011
I casi strani
Sono alle prese con fatti che sono più grandi di me. Non ci vuole molto, infatti.
Ho rivisto il mio ex capo.
4 anni fa lavoravo nella sua ditta, e la prima volta che lo vidi, mi era già piaciuto. Senza che parlasse. Lui non mi guardava nemmeno e quando succedeva diventavo rossa. Era strano.
Lo vedevo ermetico. Impenetrabile. Ero sicura che aveva mille altre cose nella testa che farsi due chiacchiere con me.
Era fidanzato..da anni...mi arresi.
Dopo qualche lunga chiacchierata in chat di qualche giorno fa, ieri mi ha proposto di andare al cinema. Che mi fulmini un lampo se non ero agitissima..
Rivederlo dopo 4 anni mi sembrava strano...lui.
Sono entrata nel multisala e l'ho subito visto, era di spalle. Mi sono avvicinata e gli ho fatto "buh!" (che demente). Con un sorriso a 1460 denti mi ha salutato.
Abbiamo deciso il film da guardare e siamo andati a bere qualcosa al bar.
Uno di fronte all'altra...e quando mai avrei immaginato una simile situazione con lui. Nemmeno nei sogni.
Un tempo lo consideravo tanto bello, quanto odioso.
Ieri sera era sciolto, tenero, sorridente e mi guardava dritto negli occhi.
Quegli occhietti azzurri che ha.
Ecco. A fine bevuta siamo usciti fuori a fumare una sigaretta.
L'imbarazzo si poteva toccare con mano.
Lui ha una malattia grave che non può essere operata.
Mi è arrivata una botta al cuore.
Lo raccontava con il sorriso sulle labbra, io volevo appoggiarmi alla sua spalla e piangere.
Ho riscoperto una persona tenera come il sorriso che conoscevo.
Durante la visione del film, siamo stati praticamente attaccati braccio/braccio. Ha sentito il mio profumo e mi ha chiesto quale fosse. Ha notato le mie scarpe tacco 12...e io non lo ricordavo così alto.
Ecco, adesso non so a quale santo votarmi. 



permalink | inviato da Yogurtalimone il 11/12/2011 alle 14:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (23) | Versione per la stampa
DIARI
29 settembre 2011
Ma come cazzo funziona?
Ecco ci siamo, mi dico. E' lui....è il mio tipo: bello, vedo tante foto interessanti, ha fatto tanti viaggi...mi piace, si. Sabato scorso finalmente si decide a chiedermi di uscire. Per fare la figa gli dico che ho un altro impegno e che gli avrei fatto sapere qualcosa più tardi, perchè da figa dovevo dirgli che poi ero impegnata. Mi lascia il suo numero di cellulare. E' fatta, penso. Che agitazione gli appuntamenti. Che agitazione uscire con una persona che sembra possa interessarmi..dopo due anni. Decido cosa mettere con l'aiuto di qualche amica e invio l'sms due ore dopo. Mi risponde subito (che bello..aspettava mie notizie). Mi dice che il proprieterio del locale dove doveva portarmi gli ha chiesto di suonare e che quindi si scusa, ma non possiamo vederci, che l'indomani essendo domenica, ha la giornata libera e possiamo andare a mangiare un gelato, di non odiarlo e che si farà perdonare. Vabbè...vaffanculo, penso. La domenica mattina arriva un suo messaggio del buongiorno, mi chiede cosa avrei fatto il pomeriggio. Gli ho risposto che non avevo niente di particolare da fare, ma che avrei voluto lavare la mia macchina. Così coglie l'occasione per dirmi che doveva lavarla anche lui...al chè per evitare di andare in autolavaggio...e vestirmi con la tuta, gli ho detto che la mia macchina non voleva essere lavata....visto che un pò pensavo al gelato che mi aveva detto. Lui mi manda un messaggio mi chiede se andiamo a lavare la sua di macchina. Accetto e per le 15 ci incontriamo in un parcheggio vicino casa mia. Gli faccio strada all'autolavaggio più vicino. Scambiamo due chiacchiere in macchina, arriviamo e stranamente non c'è nemmeno la coda. Posiziona l'auto, mette i soldi e inizia il lavaggio automatico che dopo 6 minuti esatti termina. Aspira i tappetini...solo quelli davanti. Dice basta e torniamo al parcheggio. Si ferma, scendiamo mentre la macchina è in moto, mi dice che deve tornare a casa per fare una seconda lavatrice e portare i panni che sono stati lavati ad asciugare. Che deve fare tutto in giornata perchè l'indomani, essendo lunedì, lavorerà tutto il giorno. Mi saluta e io senza parole torno a casa. L'uscita più breve della mia vita. Nemmeno con il cane ci sto così poco. ...per l'ennesima volta penso ad un altro vaffanculo.



permalink | inviato da Yogurtalimone il 29/9/2011 alle 21:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (22) | Versione per la stampa
26 luglio 2011
Ciuf ciuf fa il trenin...
Ho dei buoni propositi.
Tipo quelli che arrivano con l'anno nuovo. Per esempio fare qualsiasi cosa...purchè io la faccia davvero.
L'altro giorno, a pranzo con degli amici di famiglia, mi è stato chiesto quali sono i miei hobby....ho fatto uno sguardo del tipo "come ti permetti a pormi questa domanda?....(e ci aggiungerei anche) fatti i cazzi tuoi".
Quando mi capitava di uscire con qualcuno l'unico argomento di cui parlavo era il mio lavoro, dal quale desideravo un contratto a tempo indeterminato....adesso che ce l'ho, è l'unico argomento di cui continuo a parlare...il mio lavoro, che amo.
Quel concorso vinto è stato come salire su un treno del quale avevo il biglietto e se tardavo, ero fottuta.
Il treno l'ho preso, ma è vuoto, senza gente.
Ogni tanto intravedo qualcuno. Ma io sono nel mio vagone e guardo fuori, mentre faccio questo viaggio....da sola.
A volte mi osservo e mi vedo un tantino, oltre che bassa, anche un pò sfortunata.
Ma alla fine sono stata io a fare delle scelte...chi è causa del suo male pianga se stesso...e io mi sono pianta anche troppo.
In questo viaggio, se il treno si ferma, in qualsiasi posto, scendo e faccio un giro. 



permalink | inviato da Yogurtalimone il 26/7/2011 alle 22:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa
18 maggio 2011
Si vola...
Bene.
Le prime due sedute dalla psi, si sono rivelate innoque.
Avevo troppa paura di raccontarmi ad un'estranea.
Sono riuscita a salire i primi due gradini....
Il peso che mi opprime è troppo forte ed è troppo da sostenere.
Oggi sono arrivata lì con un grande affanno, sembrava avessi fatto una corsa. Dopo pochi minuti sulla poltrona ho ripreso a respirare normalmente.
Quell'ora vola...starei tutta la notte a chiacchierare. Parlo solo io...lei mi dà il là e io parto a raffica.
Le ho detto che in questa settimana ho trovato qualcosa che mi rende orgogliosa di me: ho fatto per la prima volta un biglietto aereo.
Ciòè io che prendo l'aereo.
Se qualcuno me l'avesse detto una settimana fa non ci avrei creduto. Invece tra meno di un mese potrò librarmi anche io....
 



permalink | inviato da Yogurtalimone il 18/5/2011 alle 18:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (18) | Versione per la stampa
4 maggio 2011
....e ora?
E' passato un pò dall'ultimo post che ho scritto. Se devo essere sincera, questo non avrei voluto scriverlo.
Non posso però tenermi dentro questi pensieri.
Al suo arrivo qui, dopo due giorni, le cose sono tornate quelle di prima.
Lo evito.
Non incontro il suo sguardo.
Mi mette a disagio, in ansia. Mi fa sentire nervosa e il cuore che mi batte forte in gola. Davvero non capisco cosa possa essere successo a scateneare questa reazione, ormai da troppi anni.
Questa volta voglio andare a fondo. Voglio apprendere quello che mi separa da lui.
Ho preso appuntamento da una psicologa. Ho rimandato troppe volte, e questa volta sento che devo farlo...e lo faccio anche per lui.
Spero solo di riuscire a trovare almeno un motivo.
Ho bisogno di essere serena.
Ho bisogno di non portarmi questo peso addosso...non più. 



permalink | inviato da Yogurtalimone il 4/5/2011 alle 20:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (18) | Versione per la stampa
19 aprile 2011
...sensi di colpa.
Adesso che il peggio sembra sia passato, mi posso permettere di provare a scrivere qualcosa. Ho la mente più vuota anche se mi sento sempre sul filo del rasoio.
Mio padre, l'uomo che più detestavo, l'uomo a cui non riuscivo a parlare, colui che sentivo come un estraneo, l'uomo che più mi ha fatto sentire a disagio, che mi ha innervosita fino alle lacrime....e tutto questo senza alcun motivo..o per lo meno per motivi a me sconosciuti.
Lui ha avuto un infarto e il mio cuore si è fermato con il suo, fino a quando non ho saputo che stava meglio.
Ho avuto paura di perderlo.
Di non poterlo più guardare negli occhi.
Di non sentirmi più chiamata "cocolina".
Un uomo...l'unico uomo che sarebbe andato a prendermi la luna se solo glielo avessi chiesto. L'unico uomo che io avrei dovuto amare più della mia stessa vita.
L'uomo che non mi ha mai deluso, che mi ha sempre protetta nonostante io gli dimostrassi disprezzo. L'uomo che piangeva quando non capiva la mia indifferenza.
Quell'uomo io lo voglio amare.
Ho una seconda possibilità e questa volta voglio essere io a meritarmi il suo affetto.  



permalink | inviato da Yogurtalimone il 19/4/2011 alle 20:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (18) | Versione per la stampa
28 marzo 2011
Tanto per dire..
Vediamo se riesco a scrivere due cose sensate in questo post.
E' passata una settimana da quando ho incontrato la signora che mi ha fatto il test per i "fiori".
Da quello che ha potuto capire lei, in base a ciò che le ho raccontato io del mio stato d'animo, è che non vivo il presente. La mia vita si basa tutto su quello che può accadere o che è accaduto. Cerco sempre di non deludere gli altri e mi sforzo di avere degli atteggiamenti che rendano contente le persone che mi stanno vicino. Fatico a parlare, nel senso che non ho i modi giusti per farlo...sono aggressiva...
Il punto non sono tutti questi aspetti di me che lei ha capito e che io conoscevo...la questione è il modo in cui ha scelto i fiori.
Ero in piedi davanti a lei, mi faceva respirare. Una sua mano era appoggiata sul dorso di una mia mano, e l'altra la teneva aperta su una scatola piena di boccettine contenenti il succo dei fiori. Ogni tanto con il dito medio, toccava una boccettina, la girava e la ritoccava.....e se andava bene la prendeva e la metteva da parte. Lei era ad occhi chiusi.
Non mi spiego cosa sentisse sotto il dito al tocco della boccettina. Fatto sta, che dal risultato ha fatto una miscela di sei fiori e mi ha spiegato il significato di ognuno.
Solo su uno aveva un'incertezza...infatti mi ha detto che non si spiegava come mai fosse uscito quel fiore....ma quel fiore è la cura al rifiuto che ho del mio corpo da un pò di tempo a questa parte.....
Se penso a quel giorno, rimango senza parole.
Abbiamo passato un'ora insieme, e io, sarà che mi sono lasciata condizionare dalle sue parole, mi sento un'altra persona.
Riesco a controllarmi.
Penso a me e a quello che voglio.
Riesco a scacciare le paure che prendono possesso della mia mente quando mi metto a letto.
E' incredibile, com'è possibile...? Mah.
Vabbè...



permalink | inviato da Yogurtalimone il 28/3/2011 alle 20:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (21) | Versione per la stampa
14 marzo 2011
...ma l'amore cos'è?
Alla mia età ancora non capisco perchè mi si affianca sempre gente che non sa darmi niente. O non può, perchè non c'arriva.
Gli "uomini" entrati nella mia vita, si assomigliano tutti..sono io che attiro gente sbagliata, probabilmente.
Oppure me la vado a cercare e quando è troppo tardi per dire basta, sono già con le mani nella merda. In momenti di solitudine mi ritornano in mente avvenimenti che ho vissuto e rivaluto la situazione e rivedo i miei sbagli.
Penso che non rifarei più gli stessi errori. Poi mi dico che , cazzo, io sono così.
Alcuni degli omuncoli che sono approdati nella mia vita li manderei a farsi mangiare dagli squali.
Tra tutti, di nessuno ho un bel ricordo....com'è possibile? Non è perchè non accetto la fine di una storia..ma di ognuno non c'era niente che oggi accetterei. Sopportavo un atteggiamento per cui valeva la pena prendere il tizio in questione a morsi. Mi costringevo in comportamenti non miei pur di non sfoderare la mia ira, perchè quello che mi era stato fatto la meritava.
Oggi mi chiedo cos'è l'amore. E' quella sofferenza leggera che ti solletica l'anima. E' quel sorriso che scoppia sul viso e non un corrugare la fronte. Io forse ancora non ho provato l'amore vero. O forse si e faccio finta di niente guardando avanti. 



permalink | inviato da Yogurtalimone il 14/3/2011 alle 19:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (25) | Versione per la stampa
8 marzo 2011
Proverbi che si ritorcono contro.
Ma che vi devo raccontare...? Nessuna novità, calma piatta, noia assoluta, stiticità del cuore. 
Venerdì sono stata a trovare S, mi sono accorta che la nostra resterà solo una semplice amicizia, grazie ad un suo commento, dopo averegli confessato che il mio ex era geloso di lui. Il commento in questione era "ma glielo avevi detto che tra noi non c'era niente?".
Ecco...se mi avesse accoltellato sarebbe uscito sangue aggrumito. Mi ci è voluto un pò troppo tempo per capire che questa volta la trippa per gatti non c'era per me. Mi dispiace o no? ...può essere.
Certo è, che l'ultima cosa che vorrei, è interrompere nuovamente il nostro rapporto d'amicizia a causa del mio cuore romantico e illuso, cocciuto e stupido.
Se succedesse questa volta non me lo perdonerei. Quindi mi costringo ad evitare di pensarlo più di quanto merita un qualsiasi amico.   
E chiudo anche questo capito. Se doveva nascere qualcosa, sarebbe nata tempo fa e durava già da qualche anno, magari avevo già un figlio.  
....vero è che se avessi avuto una relazione duratura con lui, non avrei conosciuto il mio ex...e avrei fatto tanto bene al mio fegato (per non parlare delle tasche - maledettofigghiodibottana).



permalink | inviato da Yogurtalimone il 8/3/2011 alle 17:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (26) | Versione per la stampa
28 febbraio 2011
Che ogni scherzo, non vale.
Ho sempre detestato il carnevale, la trovo una festa stupida ai miei occhi.
Anche da bambina non amavo molto travestirmi...
Quest'anno mi ero decisa a festeggiare il carnevale.
Mi sono detta che mi sarei divertita e poi sapevo che c'era il tipo figo della cena di Natale. Volevo comprare il vestito, ero entrata metaforicamente già nel carro.
Oggi, pur non conoscendone i motivi, dico no.
Onestamente non mi va di rivedere "il figo" (che sembrava volesse aggangiare un rapporto con me e che pochi giorni dopo si è ritirato), in una situazione ridicola come il carnevale.
Poi non so perchè sento che non si presenterà da solo. Onestamente non è che mi interessa se ha una donnina al seguito, ma io non ho voglia di vederlo.
E nel frattempo mi dico "che ti frega di lui...vacci e divertiti...perchè ti divertirai con tutti gli altri..eh?". E mi rispondo "non ho voglia di divertirmi, sono apatica e rischierei di risultare antipatica".
Ecco. 



permalink | inviato da Yogurtalimone il 28/2/2011 alle 20:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa
14 febbraio 2011
Verso la via di "amareggiamento".
Oggi sono a terra con le ruote.
Anche se ieri S mi ha invitata da lui per una pizza e un film. Ho dovuto declinare l'invito alla pizza, accettando soltanto di visionare un film con lui...abbiamo riso tanto fortunatamente. E se devo dirla tutta sta volta avrei voluto di più. Ma vabbè.
Mi sento sgonfia moralmente, anche se da giovedì inizio la dieta..e la dottoressa mi ha detto che con piccolo sforzi, alla prova costume, mi stupirò.
Mi sento amareggiata perchè la mia capa mi ha dato una girata di quelle fatte a mestiere. E' venuta nel mio ufficio, ha chiuso la porta dietro di se e mi ha condita per bene.
Ho un carattere di merda, lo ammetto.
Di fronte ad alcune persone che arrivano allo sportello, non riesco a controllarmi, mi indispongono. In alcuni mi sembra di vedere il mio peggior nemico. Mi sento il viso in trasformazione e qualcosa che vuole uscire e arriva da sotto i piedi. E' pazzesca questa sensazione. Ma devo smetterla di comportarmi così.
Devo cercare di essere ancora di più cortese con la gente irruente e maleducata, così da farli sentire in colpa. "sempre con il sorriso", ma io a volte vorrei mordere..altro che sorriso.
Devo essere diplomatica, ma ancora di più professionale. Non devo dimostrare niente a nessuno, se non a me.
Quel posto me lo son meritato con i sacrifici e devo fare di tutto per sapermelo tenere.
Buon viso a cattivo gioco. Che merdata però. 



permalink | inviato da Yogurtalimone il 14/2/2011 alle 18:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa
9 febbraio 2011
In breve.
Ultimamente sono un pò latitante nello scrivere i post. Mi capita quando non ho molto da raccontare...in questo caso, non c'è niente di nuovo di cui parlare.
Ieri sera sono stata a cena con degli amici che non vedevo da un bel pò di tempo...per fortuna che ci sono andata, altrimenti a quest'ora mi sarei pentita di non averlo fatto.
Questo clima primaverile che c'è in questi giorni mi mette di buon umore.
Venerdì finalmente ho l'appuntamento dal dietologo...questa volta dovrebbe essere esatto il centro. Si, perchè mia mamma la settimana scorsa mi ha portato in un centro in cui non aveva prenotato. Speriamo che oltre a diminuire il peso del conto, diminuiscano anche i cm in vita....e sul culo.
Il corso di addestramento del bambino peloso prosegue, ma lui non ascolta. Mi fa solo innervosire.
Vedremo questa domenica come andrà...spero che di tutta l'esperienza, non resti solo il fatto che l'unico giorno della settimana in cui potevo dormire, ho dovuto puntare la sveglia alle 9.




permalink | inviato da Yogurtalimone il 9/2/2011 alle 17:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa
26 gennaio 2011
E il pensiero del titolo che mi stressa.
Ed eccomi qua...stremata da 45 minuti di corsa. Mi sono meritata due gallete di riso, però.
Aspettando l'appuntamento dalla nutrizionista, faccio da me...anche se ho visto che riesco a concludere ben poco.
Sabato scorso sono stata a trovare un amico.. Mi avventuro con "La Pina" verso casa di L. per circa 3 quarti d'ora di strada. Ci fermiamo al solto posto: all'uscita dell'autostrada e aspettiamo che venga a recuperarci. Dopo dieci minuti, vedo arrivare un'auto che si mette a lampeggiarmi e dà di clacson. Penso, è lui...metto in moto e lo seguo. Dopo un pò di strada, la macchina mette la freccia, si ferma e supera un cancello, scende, si avvicina a noi...e non era il mio amico, bensì un altro che pensava di essere andato a recuperare, all'uscita dell'autostrada, dei suoi amici.
Con l'intuito sono tornata al posto in cui ero.
Non riuscivo nemmeno a guidare tanto che ridevo e quasi volevo incazzarmi con sto tizio.
Mi ero accorta, ovviamente, che la macchina non era la solita, ma ho pensato che nel frattempo l'avesse cambiata.
Siccome in tanti portano i propri figli a scuola, io ho deciso di portare mio figlio peloso ad un corso di addestramento. E' indisciplinato.....assai. E poi diciamocelo, quando sono andata a curiosare ho visto tanta bella gente là e siccome la passione per i cani ci accomuna, ho deciso di socializzare con loro!



permalink | inviato da Yogurtalimone il 26/1/2011 alle 17:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa
18 gennaio 2011
...venne il giorno.
E finalmente arrivò il momento di non pensarci più tanto e di agire.
Il post qui sotto racconta del mio disgusto per una persona che fa parte della mia famiglia, per ovvi motivi non posso spiattellare tutto, preferirei non vergognarmene più di tanto.
Molti di voi, giustamente, hanno pensato che stessi parlando dei "vari personaggi-uomini" che fanno parte della mia vita...ma non è così semplice e onestamente non immagino nemmeno cosa avrebbero potuto fare per avere tutto il mio disprezzo.
Non sarei stata così superficiale e leggera.
La cosa è molto più grave.
Mi ero promessa che lo avrei messo fuori dalla mia vita.
A distanza di qualche giorno sento la sua mancanza. Non giustifico quei gesti, ma li comprendo e lo perdono.
Voglio dirlo più a me che a voi, in verità...voglio ricordarmi che in questo preciso momento, avrei tanta voglia di abbracciarlo e vorrei potergli dire che nonostante tutto gli sono vicina. 



permalink | inviato da Yogurtalimone il 18/1/2011 alle 18:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (24) | Versione per la stampa
12 gennaio 2011
Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino.
Non trovo parole adatte e migliori per esprimere la situazione che si è venuta a creare: schifo.
Sono disgustata.
Sono arrabbiata.
Vorrei avere i mezzi, e spero di averli al più presto, per esprimere il mio disgusto per una persona che non ritengo più tale.
Il mio è solo un sfogo che non trova il coraggio di dirla tutta. Mi vergogno.
Il bello è che mi dispiace anche. Che stupida che sono.
Hai avuto l'ultima occasione per parlarmi.
L'ultima occasione per parlarti, adesso, la voglio io.
E l'avrò...oh se l'avrò. Spero solo che tu abbia il coraggio di cercarmi anche questa volta, e sii pronto a sentire tutto il mio disgusto per te.  



permalink | inviato da Yogurtalimone il 12/1/2011 alle 19:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa
7 gennaio 2011
Una pizza in compagnia. Una pizza da solo.
Ieri me ne stavo tutta tranquilla davanti al piccì a fare delle modifiche ad alcune foto...
che per quanto mi possa impegnare, il risultato è sempre scarso...molto scarso in realtà.
Dicevo che mentre facevo le mie cose mi ha contattata S.
Ah ah..ho pensato nella mia mente, ora è sempre lui che mi chiama, ah ah.
Mi fà gli auguri per il nuovo anno e tra una parola e un'altra penso di invitarlo a bere un caffè da me.
In realtà non c'ho pensato troppo, a dire il vero non c'ho proprio pensato.
Zac. Gliel'ho detto.
Mi ha risposto che probabilmente avrebbe fatto altro nel pomeriggio, ma che mi avrebbe fatto sapere.
Ora, non è che io avevo chissà quali impegni, ma ho perso un pomeriggio intero a lustrare la mia camera, che gli avrei fatto vedere sicuramente.
Ho messo in posizione strategica cose che avrei voluto lui notasse.
Ho fatto in tempo a farmi una doccia, stirami i capelli e a fare in modo che anche se mi avesse trovata in tenuta casalinga, sarei risultata sempre decente.
Ogni tanto giravo per casa per controllare che tutto fosse in ordine.
Ma quando alle 23 guardo l'orologio, mi rendo conto che non sarebbe più venuto (in realtà, se a quell'ora avrebbe suonato al citofono, dopo avergli aperto e fatto fare la rampa di scale, poi lo avrei buttato giù a calci nel popò).
Vabbè, non dico telefonarmi e dirmi che non riesci a venire, ma nemmeno un misero sms puoi sprecare per me (del costo max di 0,15 cnt)?
Mi sono detta che non dovevo arrabbiarmi e che in fondo lui mi aveva anticipato che probabilmente non sarebbe riuscito a venire. Pace.
(Ma poteva scordarsi che l'avrei invitato ancora).
Adesso, mentre me ne stavo tutta tranquilla davanti al piccì per cercare di scrivere un post da pubblicare sul blog:
S. mi chiama, si scusa per ieri e a bruciapelo, peggio di una doccia fredda, come un fulmine a ciel sereno, alla sprovvista, all'improvviso, impensatamente e improvvisamente mi chiede se domani con una bottiglia di vino può venire a mangiare una pizza da me!
(Obbiettivamente il vino con la pizza non ci sta, ma non poteva mica dirmi di mettermi a cucinare per lui. (Col cavolo che lo faccio))
Ecco.
Aiuto. 



permalink | inviato da Yogurtalimone il 7/1/2011 alle 20:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (20) | Versione per la stampa
4 gennaio 2011
Anno nuovo.
Mi sono accorta solo adesso che è iniziato il nuovo anno.
E' da domenica che sono praticamente un tutt'uno con il letto.
Tra un pò mi venivano fuori le piaghe.  
Vabbè...domani finalmente metterò il naso fuori dalla porta.
Novità non ce ne sono.
Avrei voluto scrivere più di qualcosa in questo post, ma onestamente me ne sono dimenticata e non ho molta testa per allungare il brodo.
Ho constatato che S. anche nell'anno nuovo c'è.
Ci siamo appena messi d'accordo che la prossima volta che va alle prove mi porta con lui.
Del tipo figo nell'anno nuovo non c'è più traccia. Me lo aspettavo.
Quello è un che se la tira. E' uno che le donne le vuole ai piedi.
Io non ci sto...chemmenefrega. 



permalink | inviato da Yogurtalimone il 4/1/2011 alle 20:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa
27 dicembre 2010
...ritorni.
Ascolto la musica che tu mi hai fatto conoscere.
Ascolto quella musica che in macchina per andare a lavoro cantavamo insieme.
Ascolto quella stessa musica che ascoltavo quando volevo pensare a te. E lo faccio.
Ieri sera, finalmente dopo un tempo indefinito, ti ho rivisto...ed è stato bellissimo ritrovarti come ai vecchi tempi.
Il mio amico S è tornato e probabilmente non è mai andato via.
Ha ragione a dire che il nostro è un legame forte.
Dovevo restare per un thè, poi mi sono fermata per un caffè, una pizza, un altro caffè e la tv.
Quando mi hai detto "avà vieni qua.." e hai aperto il braccio per accogliermi vicino al tuo petto, io mi sono sentita una bambina.
Mi sono rannicchiata a te...come un tempo.
Come il tempo che fu prima di "innamorarmi" di un tuo amico...come quel tempo che ci ha uniti a parte la nostra indelebile amicizia.
Sentivo i nostri cuori che battevano all'impazzata, prima uno e poi l'altro...di corsa, veloce.
Ho temuto che mi baciassi, e non ti ho guardato mai negli occhi dal basso in cui ero.
Avrei voluto.
Questa volta sarebbe stato diverso....questa volta sarà tutto diverso.

E il tipo figo della cena? Bò....pare che abbia fatto rumore per nulla.
Cazzi suoi. 



permalink | inviato da Yogurtalimone il 27/12/2010 alle 15:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (24) | Versione per la stampa
20 dicembre 2010
Sperando l'insperabile.
Ci risiamo.
Sabato sera sono stata invitata a cena a casa di C. e della sua ragazza. Immaginavo la serata divertente, ma mai e poi mai avrei immaginato che mi sarei rifatta gli occhi.
Sono arrivata con il mio amico...per intenderci mi fa il filo da qualche anno, ma penso che abbia capito che non c'è trippa per gatti e manco per lui.
Siccome sembrava che stessi facendo una pattinata sul ghiaccio, mi sono aggrappata al suo braccio per evitare di cadere con il mio tacco 12, lunga lunga a terra.
Appena arriviamo davanti alla porta di casa, qualcuno chiama E. e lui si gira...mi giro pure io ed eccolo (emminkia...ora pensa che stiamo insieme). Il mio amico gli chiede della sua ragazza e lui risponde che "non c'è più". Mi sembrava di aver visto un bel figliuolo, ma ancora non l'avevo osservato bene....e invece è proprio un bonazzo.
Uno di quelli che ti immagini quando è nudo o al massimo con il pigiama.
Sono rimasta folgorata.
E... da sabato lo immagino.
Ora iniziano tutti i film mentali da cretina che non sono altro.
Starò ad osservare il suo comportamento...anche se è inutile: già lo so come andrà a finire.
Se ripenso alla figura di merda che ho fatto giocando alla wii contro di lui, mi vergogno come un nonsochè.
Porca puttana..tanto per.



permalink | inviato da Yogurtalimone il 20/12/2010 alle 20:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa
17 dicembre 2010
Sbuffamenti di varie entità.

Io vorrei, non vorrei, ma se vuoi… emozioni.

Canticchiavo.. Nessuna emozione in questo periodo.
Calma piatta.
Silenzio di tomba nella mia vita.
Ogni tanto spunta il cretino dell’incidente che mi chiede di vederci, ma tanto lo so perché mi vuole vedere… Onestamente se mi piaceva l’avrei pure rivisto, ma il pensiero che lui possa provare a baciarmi, mi infastidisce. Evitare.
Il mio amico S. è sparito l’ennesima volta. Inizio a credere che non gli interessa niente. Se si è fatto sentire, è solo perché era preoccupato per la mia salute, ma ora che sa che non sto morendo (tiè), non mi cerca più. Chiamarlo io? Evitare.
In questi giorni ho due cene di Natale. Non vedo l’ora…di abbuffarmi. E questa volta ho anche voglia di bere un po’ di più..e raggiungere quello stato da risatina perenne per tutta la serata!
Dalla finestra dell’ufficio c’è una bella vista panoramica.

…vorrei essere già a casa, con la tuta e il panorama della finestra della mia camera.



permalink | inviato da Yogurtalimone il 17/12/2010 alle 12:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa
13 dicembre 2010
In ufficio e non.
Finalmente ancora due giorni e poi Mister Been sparirà dal mio ufficio. Perchè esiste gente così moscia?
Non parla, non fa battute... Perchè esiste gente che non si mangia un emozione?
Una persona di 45 anni è così timida da toccarsi continuamente il viso e farfuglia quando parla...pare un extraterrestre.
Fortunata io che se ne va.
Oggi ho costretto la capa a fare l'albero...e lei sembrava accontentare una bambina di 10 anni. ..mh.
Ma il mio pensiero è un altro.
Voglio innamorarmi.
...voglio distrarmi dall'incubo del mio ex che dopo un anno è ancora fisso nei miei pensieri. Uffa.
Un reset?



permalink | inviato da Yogurtalimone il 13/12/2010 alle 18:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa
5 dicembre 2010
Un titolo che sarebbe tutto un dire.
Oggi è il caso di dirlo che ho le palle che girano vorticosamente.
Ma vanno così veloci, che nemmeno riesco a capire  la direzione.
Il mio rapporto con mio padre non è certamente dei migliori.
Sarà anche una brava persona, ma io con lui non mi ci trovo.
Mi infastidisce la sua presenza.
Il fatto che sia arrivato da quasi una settimana e che abbia intenzione di fermarsi fino a dopo Natale, mi fa proprio incazzare.
Mi fa incazzare che per Capodanno potrebbe tornare giù e lasciare mia mamma da sola, se io decidessi di andare a festeggiare con gli amici. Come faccio a lasciarla da sola la notte di Capodanno???
Altre due settimane con lui che gira per casa.
Chiamatemi cattiva.
Chiamatemi pure acida.
Chiamatemi come cazzo vi pare, ma sto dicendo quello che penso.
Non lo sopporto. Non lo sopporto davvero, giuro.
...che Dio mi perdoni..



permalink | inviato da Yogurtalimone il 5/12/2010 alle 16:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (24) | Versione per la stampa
1 dicembre 2010
E la puzza di un ecs.
"Portati via i tutti i cachi", mi dicono in ufficio.
Quando me ne vado, prendo la cassetta  e noto la busta.
Porta il nome dell'unico negozio che porta il tuo nome (dimmerda).
E così mi segui dappertutto. Non mi dai pace. Continui a venirmi in sogno.
Continuo ad avere a che fare con cose che mi riportano a te..pure un paio di calze tue ho trovato. Macchè è una condanna?
Non volevo parlare di te...ma sta cosa della busta mi ci fa pensare....tra tante buste che abbiamo in ufficio, con pubblicità a gogo...proprio la busta con il tuo nome dovevano scegliere? Dannazione.
Ecco vedi, mi sono arrabbiata.
Faccio meglio a farmi una tisana al finocchio.  



permalink | inviato da Yogurtalimone il 1/12/2010 alle 16:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa
30 novembre 2010
La puzza del Natale.
Quest'anno vorrei che il Natale arrivasse un pò dopo del solito dicembre.
Bè...ogni anno, sono priva di principe azzurro....da anni.
Se si sposatesse di qualche mese questa volta, avrei la possibilità di trovarlo.
Mi dicono di non cercarlo, che quando sarà il momento arriverà..ma allora il mio momento non è mai?
E poi se non vado a cercarlo, dove lo trovo?
Mica succede come nei film, che conosci un figlio di amici di famiglia e ti innamori.
O conosci il vicino di casa (Dio mi liberi dal mio vicino di casa).
Se voglio una cosa intensamente, sessualmente e convulsivamente...non arriva.
Se non voglio niente...figuriamoci se arriva.
Bò.
...e quando arriva poi, è un invertebrato.
Certo, meglio soli che male accompagnati.
Io voglio essere solo accompagnata.
Sto pensando se fare una ventina di minuti di cyclette.
Devo pensarci bene però.




permalink | inviato da Yogurtalimone il 30/11/2010 alle 18:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa
29 novembre 2010
Sperando che mi vada di culo.
Sarò anche patetica, ma io non accetto la fine di questa amicizia.
Perchè può finire un'amicizia..?
Il bene e l'affetto non finiscono se ci sono stati davvero.
Non è come l'amore che una mattina ti svegli e vorresti prendere a sassate chi ti dorme al fianco.
L'amicizia, quella vera...quella con la maiuscola, se è davvero esistita tra due persone, rimane....rimane nel tempo. Deve rimanere per forza.
Me lo sento che c'è. Perchè io gli voglio ancora bene e quindi per forza anche lui mi vuole ancora del bene.
Io penso che l'amicizia finisce se gli ciuli il partner, se gli rubi i soldi, se gli rapisci un figlio...
E se ti fidanzi con un suo amico e non glielo dici?
Bè...bisogna capire il perchè.
E bisogna spiegare che prima del suo amico c'era una storia con lui che poi non ha più voluto.
Mi ha liquidata lui, non io.
Fatto sta che mi manca, anche troppo. Mi manca quella complicità che ci legava. Mi manca il fatto di poterci vedere per bere il nostro thè.
Mi manca vederlo suonare, sentirlo cantare.
Mi manca.
Eh, probabilmente mi manca il fatto di sapere se legge ancora il mio blog, perchè se così fosse, sono fottuta.




permalink | inviato da Yogurtalimone il 29/11/2010 alle 19:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa
26 novembre 2010
Ancora tu.
Che tristezza.
S. stasera suona in un locale, mi ha invitata e io siccome ho delle amiche fatte di pizza frolla, non potrò gustarmi la sua voce.
Ma si può? Spero e rispero di vederlo e quando l'occasione mi si presenta, devo dire di no.
Da sola non me la sento di andarci...mi sentirei una vera cretina.
In realtà lo sono, ancora penso a lui.



permalink | inviato da Yogurtalimone il 26/11/2010 alle 19:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
23 novembre 2010
Sfoghi.
Qui posso farlo.
Su fb dovrei lucchettare troppe persone.
Mi sento disperatamente stupida.
Penso pure al passato.
Penso che mi manca disperatamente il mio amico... S.
L'ho perso e non so come recuperare quel rapporto che ci legava.
Porca puttana ladra.
Uff.
Sarà meglio non agitarmi.




permalink | inviato da Yogurtalimone il 23/11/2010 alle 21:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
16 novembre 2010
In verità, mi sto cagando addosso.
Ogni giorno mi promemorio di aggiornare il blog e poi che faccio? Ci passo, rileggo il mio ultimo post, provo a capire se è cambiato qualcosa...e poi me ne torno dov'ero. Già, dov'ero?
Ultimamente mi sento un pò sospesa per aria...
I problemi di salute che ho, ancora non si è capito di che tipo sono...fatto sta a che volte mi vedo già nella tomba...vabbè, era per sdrammatizzare!
In questo periodo ho perso un pò di verve. Non ho niente da dire, non mi va di fare niente...sono un tantino apatica.
Vorrei potermi rimettere lì a scrivere poesie come facevo un tempo...
Prima leggevo anche di più.
Prima guardavo più tv.
Prima mangiavo di più.
Ma ora cosa cazzo faccio?



permalink | inviato da Yogurtalimone il 16/11/2010 alle 18:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa
5 ottobre 2010
Titolo qua, titolo là.
Il tipo nel post precedente ogni tanto ricompare, ma a me onestamete non fa più effetto.
Ha perso qualche punto quando mi ha chiamata chiedendomi se mi aspettavo qualcosa da lui...fortuna che non mi aspetto mai niente da nessuno...
Ho notato che quando fuggo, i "maschi del mio ovile" si attaccano alle calcagne....anche quelli che proprio non sopporto e che proprio non mi piacciono.
Mi chiedo perchè se dò l'amicizia ad un uomo, (brutto, inguardabile), lui se la pensa e decide di venirmi dietro, di dichiararsi, di presentarsi sotto casa e di dirmi che non poteva tenersi dentro quel peso..?!?! (Vai a buttarlo da qualche altra parte, non darlo a me!)
Mi chiedo anche perchè, se un amico mi si dichiara, io gli spiego che da qui all'eternità per me sarà solo e sempre un amico (piuttosto sola a vita)....lui, sembra abbia capito e poi riciccia con un mi manchi?
Io in questo momento voglio stare sola sentimentalmente, non mi interessa nessuno, ma non mi precludo il fatto di innamorarmi....anzi.
Ora ho il mio bel posto di lavoro, sono soddisfatta e non vorrei che niente mi si ponesse davanti.
....ecco, continuo pensare "stai a vedere che mi capita qualcosa di brutto"...
....ecco che devo girare ospedali, che devo fare vari esami e che non so cos'ho.
Mi chiedo se se le cose me le tiro dietro.
Eh.  





permalink | inviato da Yogurtalimone il 5/10/2010 alle 20:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa
sfoglia
dicembre       

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 499428 volte

 

Se un giorno potessi non sbagliare,
magari potrei anche dormire
accanto ai tuoi occhi che sono la cosa più
giusta e più vera che Dio mi dà.



Saprai che non t'amo e che t'amo,
perchè la vita è in due maniere,
la parola è un'ala del silenzio,
il fuoco ha una metà di freddo.
Io t'amo per cominciare ad
amarti,
per ricominciare l'infinito,
per non cessare d'amarti mai:
per questo non t'amo ancora.
T'amo e non t'amo come se avessi
nelle mie mani le chiavi della gioia
e un certo destino sventurato.
Il mio amore ha due vite per amarti.
Per questo t'amo quando non t'amo e
per questo t'amo quando t'amo.

 

"Schhhhh, non parlare, se quello che devi dire
non è meglio del silenzio..."