.
Annunci online

Lo yogurt e il suo limone
7 gennaio 2011
Una pizza in compagnia. Una pizza da solo.
Ieri me ne stavo tutta tranquilla davanti al piccì a fare delle modifiche ad alcune foto...
che per quanto mi possa impegnare, il risultato è sempre scarso...molto scarso in realtà.
Dicevo che mentre facevo le mie cose mi ha contattata S.
Ah ah..ho pensato nella mia mente, ora è sempre lui che mi chiama, ah ah.
Mi fà gli auguri per il nuovo anno e tra una parola e un'altra penso di invitarlo a bere un caffè da me.
In realtà non c'ho pensato troppo, a dire il vero non c'ho proprio pensato.
Zac. Gliel'ho detto.
Mi ha risposto che probabilmente avrebbe fatto altro nel pomeriggio, ma che mi avrebbe fatto sapere.
Ora, non è che io avevo chissà quali impegni, ma ho perso un pomeriggio intero a lustrare la mia camera, che gli avrei fatto vedere sicuramente.
Ho messo in posizione strategica cose che avrei voluto lui notasse.
Ho fatto in tempo a farmi una doccia, stirami i capelli e a fare in modo che anche se mi avesse trovata in tenuta casalinga, sarei risultata sempre decente.
Ogni tanto giravo per casa per controllare che tutto fosse in ordine.
Ma quando alle 23 guardo l'orologio, mi rendo conto che non sarebbe più venuto (in realtà, se a quell'ora avrebbe suonato al citofono, dopo avergli aperto e fatto fare la rampa di scale, poi lo avrei buttato giù a calci nel popò).
Vabbè, non dico telefonarmi e dirmi che non riesci a venire, ma nemmeno un misero sms puoi sprecare per me (del costo max di 0,15 cnt)?
Mi sono detta che non dovevo arrabbiarmi e che in fondo lui mi aveva anticipato che probabilmente non sarebbe riuscito a venire. Pace.
(Ma poteva scordarsi che l'avrei invitato ancora).
Adesso, mentre me ne stavo tutta tranquilla davanti al piccì per cercare di scrivere un post da pubblicare sul blog:
S. mi chiama, si scusa per ieri e a bruciapelo, peggio di una doccia fredda, come un fulmine a ciel sereno, alla sprovvista, all'improvviso, impensatamente e improvvisamente mi chiede se domani con una bottiglia di vino può venire a mangiare una pizza da me!
(Obbiettivamente il vino con la pizza non ci sta, ma non poteva mica dirmi di mettermi a cucinare per lui. (Col cavolo che lo faccio))
Ecco.
Aiuto. 



permalink | inviato da Yogurtalimone il 7/1/2011 alle 20:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (20) | Versione per la stampa
sfoglia
dicembre        febbraio

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 528565 volte

 

Se un giorno potessi non sbagliare,
magari potrei anche dormire
accanto ai tuoi occhi che sono la cosa più
giusta e più vera che Dio mi dà.



Saprai che non t'amo e che t'amo,
perchè la vita è in due maniere,
la parola è un'ala del silenzio,
il fuoco ha una metà di freddo.
Io t'amo per cominciare ad
amarti,
per ricominciare l'infinito,
per non cessare d'amarti mai:
per questo non t'amo ancora.
T'amo e non t'amo come se avessi
nelle mie mani le chiavi della gioia
e un certo destino sventurato.
Il mio amore ha due vite per amarti.
Per questo t'amo quando non t'amo e
per questo t'amo quando t'amo.

 

"Schhhhh, non parlare, se quello che devi dire
non è meglio del silenzio..."