.
Annunci online

Lo yogurt e il suo limone
DIARI
15 ottobre 2008
Sbuffi di te.




Come farò quando sarà l'ultima volta che ti rivedrò?
Sarò un faro spento nella notte. Una candela consumata.
Una macchina senza benzina, e non potrò andare da nessuna parte.
Sarò un sorriso senza denti. Sarò un paio di occhiali da sole, quando il sole non c'è. 
Sarò un libro letto e riletto. Sarò la scritta di una matita cancellata da una gomma, quelle scritte di cui restano i segnetti sul foglio. Chiamali segnetti quelli che lasci tu.
Cosa me ne faccio di ricordare il tuo viso sorridere se non potrò vedere il tuo sorriso che esplode quando mi guardi? 
Ma cosa me ne importa se non ti posso abbracciare e sentire il tuo respiro nell'orecchio? Uff.
Io sono quella che dice sempre "cazzo te ne frega!".
A me non lo dico mai..ma qui ci starebbe.

Ma quanto sei bello..?





permalink | inviato da Yogurtalimone il 15/10/2008 alle 20:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (26) | Versione per la stampa
21 maggio 2008
Sbuffi di metà settimana.
C'è un cerchio: tu.
C'è un puntino: io. Fuori dal cerchio.
Fai la tua vita e ogni tanto ti ricordi di me.
Quindi rompi la bolla e ricongiungi quel puntino tra le tue cose. Spesso faccio il giro inverso e non mi faccio trovare. Quante volte ancora riuscirò a nascondermi e scappare?
Non sono una coniglia, cerco solo di difendermi. Cerco di difendere il mio cuore dai tuoi attacchi..e poi mi resterebbero solo i ricordi...che quando li vivo sono vitamina, ma poi quando richiudi il cerchio e mi lasci fuori da tutto, diventano veleno.
Le cose che mi piacciono, sono quelle di cui non riesco a farne a meno, ma fanno sempre male.
Sigarette. Tu.
E' assurdo.
Mi lavo il cervello, lo riporto alla pulizia totale, sto bene e tu compari...poi il cervello si sporca e mi fa male la testa.
Classico cerchio alla testa.
Dico che non voglio più vederti, ma poi mi cerchi e come faccio a resistere al tuo neo?
Dico che tanto se ti rispondo sempre di no, tu poi alla fine ti stanchi...ma continui. Mi piace. 
Lo so che non rispondendoti chiuderei tutte le porte.
Dico che non voglio più rivedere i tuoi occhi e il tuo sorrido... non ci crede nessuno.
Infatti.
Poi ti rispondo. Lascio sempre la porta socchiusa.
Vieni, vai, sparisci, ritorni, te ne vai..poi torni.
E in tutto questo andirivieni io non riesco a prendere la decisione giusta per stare bene.
Sto bene anche quando sto con te, cammino sull'acqua e in quel momento non annego nelle lacrime per gli sbagli che faccio...e colpisci dritto al cuore.. e quando te ne vai mi curo le ferite per stare meglio e mentre mi abituo alla tua assenza, tu ritorni. Mi spiazzi.

E quindi?
...quindi o decido di cancellare il puntino nei paraggi del cerchio, o sono cazzi amari.   




permalink | inviato da Yogurtalimone il 21/5/2008 alle 20:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (44) | Versione per la stampa
3 luglio 2007
.
A cosa serve darti tutti i miei pensieri..?





A cosa serve restare?! 
Mi manca l'aria.



permalink | inviato da Yogurtalimone il 3/7/2007 alle 21:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (37) | Versione per la stampa
18 giugno 2007
Sbuffi del lunedì.
Il lavoro mi fa stramazzare. Oggi è solo lunedì.

Il locale, con te, era molto più bello di come me lo ricordavo. Ero triste, ieri, perchè vai via per 20 lunghi giorni. Sono triste..
Vorrei poter riprendere le tue espressioni con una telecamera, e poi riguardarmele fino allo sfinimento. Vorrei poter registrare la tua voce e poi riascoltarla, fino a imparare tutto a memoria. Vorrei la mia collana e il mio anello che ho dimenticato nella tua macchina. Vorrei farti tante e poi tante domande. Ho paura.

Voglio troppe cose e mi tocca aspettare...e io non sono in grado di farlo. Ma se tu resti vicino al mio cuore, forse forse che ce la faccio.

Dicono che si lotta per gli obbiettivi che si vuole raggiungere, io lo sto facendo e chi sa se ce la farò ad arrivare al tuo pianerottolo e bussare alla tua porta. Apri il tuo cuore, mica voglio mettere disordine. Voglio...voglio che ti lasci amare. Mi sento a metà.


Mi sento come un puzzle da 15.000 pezzi, e porca mucca me ne manca uno.




permalink | inviato da Yogurtalimone il 18/6/2007 alle 19:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (28) | Versione per la stampa
6 giugno 2007
Sbuffi di sbuffi.
E' pieno di nuvole qui. Ha già piovuto. Pioverà ancora. Tu non ci sei..
Quando non c'è, si sente la mancanza dei raggi del sole che mi illuminano gli occhi.
Vorrei poter prendere tutto in modo diverso, quando piove...ma mette tristezza questo cielo grigio.
Più il tempo passa e meno posso dirlo. Mi manchi.



permalink | inviato da il 6/6/2007 alle 14:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (36) | Versione per la stampa
3 giugno 2007
Sbuffi di serate che forresti non finissero mai. Invece finisco perchè tu devi alzarti alle 6.

No, dico...era necessario lasciarci, non sentirci per una vita e poi ritrovarsi..? Se avessi saputo che le cose fossero andate così, ti avrei lasciato prima, io.
Quando mi guardi il mio cuore impazzisce....non ne parliamo di quando mi sorridi.
Al ristorante mi accarezzavi le mani e poi le baciavi..passeggiare abbracciati sotto la pioggia, riparati da un'unico ombrello. Quanto siamo romantici.
Prima di scendere dall'auto, mi avevi detto di aspettare che venissi a prendermi con l'ombrello per non farmi bagnare...ma siccome non ti muovevi, sono venuta a prenderti io. Quanto sei tenero.
I tuoi baci mi tolgono il respiro.
Mi dicevi "ma che bella che sei...!".....e tu non ti guardi mai allo specchio?... Mi dicevi "ma come devo fare con te...?mi fai impazzire, sai..?"......e io come devo fare con te che sono completamente da internare in un manicomio..?
Le tue battute, spesso del cavolo, visto che mi prendi in giro, mi fanno ridere...e quando rido, tu ridi. Le tue coccole me le comprei per tutta la vita, venderei tutti i miei libri, pure il cellulare vecchio, quello che non uso più.
Piu' ci sto con te e piu' ci voglio stare, ma da dove sei arrivato..?



Resta. Mi fai stare bene.




permalink | inviato da il 3/6/2007 alle 16:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (23) | Versione per la stampa
31 maggio 2007
Niente titolo.
Era una vita che non mi ubriacavo...non mi ricordo nemmeno quando è stata l'ultima volta.
Non mi sono ubriacata a vino, birra o roccherrolle.
Ieri pomeriggio pensavo a "se"......e "se" ieri sera poi è stato. Vorrei poter dire che è tutto così perfetto. Manca poco, molto poco. Tu sei maledettamente adorabile.
Io sono maledettamente andata di testa, l'ho persa. Non so dove sta. Non voglio nemmeno andarla a cercare. Tempo al tempo. Ora sto così, su una corda tesa, in bilico tra i tuoi occhi e il tuo sorriso.
Vorrei non dover sentire il tuo silenzio.



permalink | inviato da il 31/5/2007 alle 19:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (30) | Versione per la stampa
21 maggio 2007
Sbuffi di domeniche.
Un'altra domenica è passata con te.
Io, tu, una piadina alla nutella in due, un thè e una birra.
Un'altra colonna sonora che accompagna le mie giornate. Penso a te.
Uno piu' uno fa sempre due...è inutile, non fa cinque. Cinque lo fa tre piu' due, quattro piu' uno. Fatevi due calcoli voi anche con le sottrazioni. Il risultato non cambia.

Sbuffi di lavoro, oggi pochino. Il capo figo mi ha occhiolineggiato prima che andasse via.



permalink | inviato da il 21/5/2007 alle 19:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (27) | Versione per la stampa
17 maggio 2007
Sbuffi di niente.
La serata di domenica ce l'ho impressa nella mente. Accada quel che accada.
Continuo a nuotare anche senza salvagente, so' brava oh, ci riesco. So anche cavarmela nelle burrasche o burrate, fate voi.
Mi appropinguo per andare a lavoro. Oggi c'ho poca voglia anche se ho il capo figo. Vorrei dormire, ecco.
Magari potrei anche sognare.



permalink | inviato da il 17/5/2007 alle 13:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (25) | Versione per la stampa
3 maggio 2007
Sbuffi del pomeriggio.
Maledetto il tuo sorriso.
Maledetto il tuo modo di fare e dirmi le cose.
Maledetti sono i tuoi occhi verdi. Maledetti i tuoi messaggi.
Maledetto il tuo neo.
Piu' maledetta sono io che mi faccio coinvolgere cosi' maledettamente da te.




permalink | inviato da il 3/5/2007 alle 16:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (27) | Versione per la stampa
1 maggio 2007
Post-it-it-it
Confusione.
E' bastato un tuo sms, dopo mesi ed è arrivata la confusione totale.
Perchè proprio adesso..ti ho sempre pensato, ma ti avevo cancellato dalla mia mente..mi sono addirittura detta che non ti avevo mai incontrato.. 
"Ti ho pensata e ho avuto voglia di sentirti"!
La scarpa destra va al piede sinistro. Il jeans va sulla testa. Lo zucchero nella pasta. Piove e c'è il sole.
Confusione, maledizione. Forse tra un pò mi sveglio e tu non ci sei come fino a due ore fa. 
Che posso fare se non sbuffare..?



permalink | inviato da il 1/5/2007 alle 11:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (31) | Versione per la stampa
sfoglia
maggio       

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

 

Se un giorno potessi non sbagliare,
magari potrei anche dormire
accanto ai tuoi occhi che sono la cosa più
giusta e più vera che Dio mi dà.



Saprai che non t'amo e che t'amo,
perchè la vita è in due maniere,
la parola è un'ala del silenzio,
il fuoco ha una metà di freddo.
Io t'amo per cominciare ad
amarti,
per ricominciare l'infinito,
per non cessare d'amarti mai:
per questo non t'amo ancora.
T'amo e non t'amo come se avessi
nelle mie mani le chiavi della gioia
e un certo destino sventurato.
Il mio amore ha due vite per amarti.
Per questo t'amo quando non t'amo e
per questo t'amo quando t'amo.

 

"Schhhhh, non parlare, se quello che devi dire
non è meglio del silenzio..."