Blog: http://Yogurtalimone.ilcannocchiale.it

I casi strani

Sono alle prese con fatti che sono più grandi di me. Non ci vuole molto, infatti.
Ho rivisto il mio ex capo.
4 anni fa lavoravo nella sua ditta, e la prima volta che lo vidi, mi era già piaciuto. Senza che parlasse. Lui non mi guardava nemmeno e quando succedeva diventavo rossa. Era strano.
Lo vedevo ermetico. Impenetrabile. Ero sicura che aveva mille altre cose nella testa che farsi due chiacchiere con me.
Era fidanzato..da anni...mi arresi.
Dopo qualche lunga chiacchierata in chat di qualche giorno fa, ieri mi ha proposto di andare al cinema. Che mi fulmini un lampo se non ero agitissima..
Rivederlo dopo 4 anni mi sembrava strano...lui.
Sono entrata nel multisala e l'ho subito visto, era di spalle. Mi sono avvicinata e gli ho fatto "buh!" (che demente). Con un sorriso a 1460 denti mi ha salutato.
Abbiamo deciso il film da guardare e siamo andati a bere qualcosa al bar.
Uno di fronte all'altra...e quando mai avrei immaginato una simile situazione con lui. Nemmeno nei sogni.
Un tempo lo consideravo tanto bello, quanto odioso.
Ieri sera era sciolto, tenero, sorridente e mi guardava dritto negli occhi.
Quegli occhietti azzurri che ha.
Ecco. A fine bevuta siamo usciti fuori a fumare una sigaretta.
L'imbarazzo si poteva toccare con mano.
Lui ha una malattia grave che non può essere operata.
Mi è arrivata una botta al cuore.
Lo raccontava con il sorriso sulle labbra, io volevo appoggiarmi alla sua spalla e piangere.
Ho riscoperto una persona tenera come il sorriso che conoscevo.
Durante la visione del film, siamo stati praticamente attaccati braccio/braccio. Ha sentito il mio profumo e mi ha chiesto quale fosse. Ha notato le mie scarpe tacco 12...e io non lo ricordavo così alto.
Ecco, adesso non so a quale santo votarmi. 

Pubblicato il 11/12/2011 alle 14.29 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web